Istruzione

Scuola, i "Colloqui fiorentini"

In un momento come quello attuale, caratterizzato dalla profonda crisi del sistema scuola e malgrado il blocco attuato in tantissimi istituti per protesta contro una politica che penalizza la scuola, gli oltre 1.700 iscritti con oltre 200 docenti sono numeri che parlano da soli, l'assessore alla Pubblica istruzione Chiara Veltroni ha partecipato alla sedicesima edizione della manifestazione, organizzata a Firenze.

Grosseto - I Colloqui continuano negli anni a rappresentare certamente un punto di novità estremamente significativo per gli insegnanti e studenti della scuola media superiore. Una tre giorni in cui si alternano relazioni di docenti universitari e seminari di lavoro, nei quali gli studenti possono presentare le tesine di ricerca elaborate per partecipare al Convegno e discutere, dibattere, confrontare le proprie ricerche e scoperte. Alla manifestazione fiorentina una media di mille partecipanti ha affrontato ogni anno un grande autore della letteratura italiana come Montale, Ungaretti, Pirandello, Pascoli, Svevo, Pavese, Calvino... E quest’anno tocca a Giovanni Verga. Il convegno continua di anno in anno a crescere, a diffondersi in tutta Italia, a generare collaborazioni fra docenti, fra istituti. Ci sono insegnanti di città diverse, che si ritrovano la domenica mattina per lavorare insieme alla preparazione del convegno, per programmare, confrontarsi, condividere l’esperienza didattica e questo genera stima reciproca, aggiornamento continuo, fino a sbocciare in amicizie e rapporti duraturi che vanno ben oltre la scuola. In alcuni istituti I Colloqui Fiorentini sono stati portati avanti nonostante sia stata decisa dai collegi docenti l’interruzione di ogni attività extracurriculare. In altre scuole gli studenti si sono trovati a dover decidere se partecipare alle gite di istruzione o ai Colloqui Fiorentini ed hanno scelto I Colloqui. Alla manifestazione erano presenti alcune scolaresche del liceo scientifico Marconi, del liceo classico Chelli e del liceo linguistico Rosmini di Grosseto con l'insegnante Sara Aprili membro del Comitato didattico nazionale. Visto anche il ruolo di capofila guadagnato dal linguistico Rosmini nell'ambito di un progetto nazionale, i Colloqui fiorentini saranno oggetto di una presentazione pubblica in città per l'edizione 2018. Obiettivo dell'iniziativa è quello di avvicinare ancora di più i ragazzi alle materie scolastiche grazie a un metodo innovativo.

Categoria: